Tutti pervasi di spirito natalizio

Ormai il conto alla rovescia è innescato e in genere dopo l’Immacolata, c’è lo sprint finale fino a Natale. Ogni anno mi riprometto di partire in anticipo con i preparativi: la ricerca dei regali, decorazioni e addobbi che impazzano in tutta la casa, sperimentazioni culinarie di nuove e gustose ricette per il pranzo di Natale ma alla fine mi ritrovo sempre in affanno e il Natale arriva in un soffio.

Il periodo che precede il Natale concilia tutto tranne che dolce serenità perché le giornate scorrono in un frenetico avvicendarsi di pizzate di classe, cene dei vari sport dalla danza al rugby, dal calcio all’atletica, recite dell’asilo e della scuola, lezioni aperte di tutti i corsi possibili e immaginabili per vedere i prodigiosi progressi dei nostri figli… e poi dicono che a Natale dovremmo sentirci pervasi di dolcezza e letizia!

Sembra che ogni anno ci si arrivi rotolando tra un impegno e un altro perdendo di vista quello che davvero conta per noi ovvero regalare un Natale meraviglioso e pieno di calore ai nostri bimbi.

Questo spirito natalizio ci impone di ribaltare casa ricreando ambientazioni in formato naturale del Polo Nord con tanto di renne e slitte che attraversano il salotto oppure mettiamo davanti alla nostra porta un simpatico Babbo Natale che, ogni volta che qualcuno passa, esplode in un sonoro ohohohoh con tanto di jingle natalizio… ma cosa non faremmo per i nostri bimbi!

Cerco ogni anno di prendere le distanze da questo trip natalizio ma poi alla fine finisco anche io immancabilmente contagiata! Certo perché ammettiamolo come si fa a rimanere insensibili di fronte a quei simpatici animaletti del bosco o le mille lucine stroboscopiche che illuminano a giorno ogni angolo della casa? La mia più ferma convinzione è che lo faccio per i bambini, che tutto sia solo per loro perché non vorrei privarli della magica atmosfera del Natale.

Ed ecco come la mia convinzione venga avvallata e sposata in tutto e per tutto dai miei figli, piccoli gnomi della foresta, posseduti anche loro da un sano e sincero spirito natalizio…

Abbiamo rischiato l’incendio dopo che i bimbi hanno cercato di dare fuoco alle corna di una piccola, tenera e graziosa, renna di legno che avevo messo vicino ad una candela come centro tavola. O quei simpatici scoiattolini acquistati per abbellire le scale, accolti con grida di ovazione ed entusiasmo, battezzati ognuno con il suo nomignolo… dopo un giorno si sono trasformati nel bersaglio perfetto per una spietata battaglia con i nerf! Ho persino acquistato un bellissimo palloncino a grandezza naturale di Babbo Natale, quelli con l’acqua sul fondo che diventano dei pupazzi basculanti… stupendo, peccato che in una notte di vento forte sia volato via tornando penso al Polo Nord e mi è toccato spiegare ai bimbi che era dovuto scappare a casa sua per preparare tutti i regali! 

Certo non preoccupatevi, rimango comunque fermamente convinta che lo spirito natalizio sia unico e fantastico e continuerò, come ogni Natale, a sentirmi assolutamente e completamente pervasa da questa dolcezza!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi